"L'angolo di Pupi", a tu per tu con Javier Zanetti e Fondazione P.U.P.I. - Planetwin365.news

Search

"L'angolo di Pupi", a tu per tu con Javier Zanetti e Fondazione P.U.P.I.

  • Share this:
post-title

Tagliamo il nastro de "L'Angolo di Pupi", la nuova rubrica del nostro blog ideata per sostenere Fondazione P.U.P.I., l'organizzazione no profit fondata da Javier Zanetti e sua moglie Paula de la Fuente per la protezione integrale dei diritti dei bambini e degli adolescenti. Una collaborazione che unisce indissolubilmente sport e solidarietà per promuoverne i valori più nobili e sani - come l'inclusione e la socialità - che sono il comune denominatore delle due realtà. Grazie a questa sinergia, il nostro blog sarà Media Supporter di Fondazione P.U.P.I. per la comunicazione delle iniziative di responsabilità sociale sviluppate al fine di promuovere l'integrazione, lo sviluppo sociale e il miglioramento della qualità di vita delle generazioni più giovani afflitte da situazioni di difficoltà.

Nel nostro a tu per tu con il Capitano del Triplete, daremo spazio alla realtà della Fondazione parlando dei diversi progetti in essere e delle attività in rampa di lancio, senza tralasciare le emozioni dei principali eventi sportivi. Diamo subito parola a Javier Zanetti per questa prima chiacchierata tra solidarietà e calcio:

Javier, Planetwin365.News è felice di essere accanto alla Fondazione P.U.P.I. e di dare supporto ai suoi numerosi progetti. Uno, in particolare, ci vedrà successivamente fianco a fianco. In qualità di portavoce della Fondazione, quali sono le tue aspettative nei confronti della nostra collaborazione?

Innanzitutto, voglio ringraziarvi per questa opportunità, sono sicuro che insieme potremo portare avanti e dare visibilità a tanti progetti di valore. E' importante condividere la stessa visione e gli stessi valori.

In più di 20 anni la Fondazione P.U.P.I. ha sviluppato e portato a termine tanti progetti volti a migliorare le vite di bambine e bambini. Un altro importante passo è stato l’accordo con FIFA Foundation: quali sono i primi passi di questa pregevole partnership?

L’accordo con la FIFA segna un passo molto importante che ci permetterà di sviluppare insieme numerosi progetti rivolti alle bambine e ai bambini, volti soprattutto a dare un sostanziale contributo alla loro crescita.

Qual è il traguardo che più ti ha reso orgoglioso da quando nel 2001 è partita l’attività della Fondazione?

Abbiamo raggiunto tanti traguardi ma quello che ci sta più a cuore riguarda un bambino che è stato seguito dalla Fondazione fin dalla tenera età. Dopo aver compiuto il suo percorso di crescita con noi, ora affianca allo studio e al lavoro il ruolo di volontario nella Fondazione, trasmettendo i valori che ha appreso a tutti i nostri bambini.

La pandemia ha lasciato profondi segni anche nella socialità di bambini e adolescenti, costretti per lungo tempo alla solitudine. Diverse iniziative della Fondazione pongono lo sport come leva fondamentale per la crescita, insegnando valori e favorendo l’inclusione soprattutto nelle aree più disagiate. Secondo te c’è ancora poca attenzione al grande potere dello sport a favore dei più giovani?

La pandemia ha colpito tutti e lo sport per Fondazione P.U.P.I. è uno strumento fondamentale di inclusione. Proprio in considerazione di ciò, le istituzioni che hanno grandi poteri dovrebbero approfittare dell'impatto e del ruolo che ha il calcio a livello mondiale per riuscire a sensibilizzare le persone.

Parlando di sport, è tempo di fare qualche valutazione sul calcio perchè l'Europa e la Conference League sono entrate nella fase calda. Le nostre squadre possono ambire al pass delle semifinali, visti gli accoppiamenti dell'urna di Nyon?

Penso che in Conference League ci sia grande possibilità di arrivare fino in fondo, così come in Champions ed Europa League. I club italiani stanno dimostrando di avere le capacità di essere grandi protagonisti nelle tre competizioni.

Occhio anche alle Nazionali, visti i primi risultati delle qualificazioni ad Euro2024. Soprattutto per le seconde qualificate ci sono tanti scenari aperti: quali potrebbero essere per te le sorprese di questa fase?

La Scozia a punteggio pieno dopo due partite sorprende molto, così come il secondo posto nel girone della Spagna e del Belgio. Vedo una fase di qualificazione molto equilibrata.

Dopo la conquista del Mondiale, non si esaurisce il momento d'oro dell'Argentina, vincitrice dei premi principali ai recenti FIFA Awards. Puoi confidarci un tuo aneddoto di quella magica serata per il popolo albiceleste?

La festa per la nostra Nazionale non è finita, continua a ricevere tanti riconoscimenti tutti davvero meritati. Tra questi il FIFA Award che è stato molto emozionante, soprattutto nel momento del ricordo nella recente vittoria del Mondiale in Qatar.

Grazie Javier, alla prossima chiacchierata ne "L'angolo di Pupi"!